3 SORPRENDENTI UTILIZZI DELLA FARINA, parte 2

Oltre la pasta e le torte


Nel precedente articolo del blog abbiamo esordito proprio così:

“La impieghiamo prevalentemente in cucina per impasti, panature, base per la realizzazione di moltissime bontà”.

Parlavamo di farina e ve ne abbiamo raccontato gli usi alternativi.

Oggi torniamo sul piano di lavoro, accanto ai fornelli, per dirvi i suoi impieghi al di là degli impasti. Perché torte e pasta ne prepariamo a volontà, ma con la farina ci dilettiamo anche in altre ricette.

Il suo “ingrediente segreto”? L’amido, le cui proprietà addensanti permettono di rendere più consistenti salse e basi di cottura.

BESCIAMELLA

La preparazione è estremamente semplice e, ammettiamolo, nei piatti fa la differenza! Nelle lasagne, nella pasta al forno, nelle verdure gratinate… il tocco della besciamella è sublime!

La prepariamo versando 1 litro di latte intero nel pentolino, aggiungiamo noce moscata grattugiata, un pizzico di sale e facciamo scaldare. Lasciamo, intanto, sciogliere a fuoco basso 100 grammi di burro in un altro pentolino, e aggiungiamo 100 grammi di Farina di Grano Tenero Biologico Tipo 1. La mescoliamo per far sì che non si formino grumi. Otteniamo, così, un impasto dorato (roux) e lo intiepidiamo con il latte caldo. Mescoliamo sempre a fuoco basso fino ad ottenere la densità desiderata. Siamo pronti ad utilizzare la besciamella per le nostre lasagne al forno!

besciamella

CREMA PASTICCERA

Per i croissant, per i bignè, per le torte, per le crostate… la crema pasticciera è un inno al piacere. La vogliamo liscia e morbida, senza retrogusto di uovo cotto.

In un recipiente lavoriamo 4 tuorli con 100 grammi di zucchero semolato. Continuando a mescolare aggiungiamo 30 grammi di Farina di Grano Tenero Biologico Tipo 1 (la stessa per la preparazione della besciamella) e otteniamo un composto equilibrato, senza grumi. Versiamo mezzo litro di latte intero precedentemente scaldato in cui abbiamo messo una bacca di vaniglia per profumarlo. Mescoliamo a fuoco medio per 4 minuti senza superare gli 82° di temperatura. Versiamo la crema ottenuta in una terrina per lasciarla raffreddare. Farciamo qualcosa di godurioso.

crema pasticciera

PANATURE

Carne, pesce, verdure… la panatura si sposa con qualsiasi piatto e piace a grandi e piccini!

Dalla nostra dispensa recuperiamo il sale e la Farina 2, dal frigo 3 uova grandi. Su un piatto distribuiamo 200 grammi di farina, su un altro rompiamo le uova  e le sbattiamo aggiungendo un pizzico di sale. Prendiamo la cotoletta (o il pesce o la verdura prescelta), la passiamo nelle uova per bene e poi nella farina fino a ricoprire tutta la superficie. Scaldiamo dell’olio in padella e friggiamo entrambi i lati del fino ad ottenere una crosticina dorata. Asciughiamo con dello scottex l’olio in eccesso, impiattiamo e… buon appetito!

panatura


Older Post Newer Post